29
DIC
2016

Laboratorio di ricerca sull'Aterosclerosi

Posted By :
Comments : Off

Il Laboratorio si occupa dello studio di malattie aterotrombotiche e degenerative. L’aterosclerosi inizia nell’infanzia con lo sviluppo di strie lipidiche. Con il progredire dell’età le lesioni avanzate di aterosclerosi si verificano con sempre maggiore frequenza. L’aterosclerosi è una malattia generalmente asintomatica fino a quando la stenosi supera il 70-80% del diametro luminale, che può produrre una riduzione del flusso sanguigno, come ad esempio del flusso sanguigno coronarico al miocardio. Queste lesioni stenotiche possono produrre sintomi tipici di angina pectoris, sindromi coronariche e cerebrovascolari acute (angina instabile, infarto miocardico, morte improvvisa, ictus) e sono in genere dovute alla rottura delle placche con meno del 50% stenosi. Molteplici fattori contribuiscono alla patogenesi dell’aterosclerosi, tra cui la disfunzione endoteliale, dislipidemia, infiammazione e fattori immunologici, rottura della placca e il fumo. L’endotelio è un’interfaccia biologica attiva tra il sangue e gli altri tessuti. Il singolo strato di continuo di rivestimento endoteliale delle arterie forma uno strato trombo-resistente tra sangue e tessuti subendoteliali potenzialmente trombogenici. La disfunzione endoteliale compromette la vasodilatazione, che è un primo passo di aterosclerosi che sembra essere causato principalmente dalla perdita di endotelio derivati dell’ossido nitrico. La disfunzione endoteliale è indotta dall’ossidazione dalle lipoproteine a bassa densità (LDL), mentre l’infiammazione nelle lesioni aterosclerotiche, che è stata notata fin dalle prime osservazioni istologiche, è centrale per comprendere la patogenesi dell’aterosclerosi.

Docente di riferimentoLuciano Cominacini

  • Prenotazione obbligatoria. (Esaurito)
  • Orario: 11 – 12
  • Età minima/classe consigliata: Scuola superiore (3° – 5° anno)
  • Punto di ritrovo: atrio di fronte ingresso LURM, piano 0 Edificio Sud – Policlinico G. B. Rossi

Info: coordinamento.comunicazione@ateneo.univr.it

Info Autore